Superbonus 110%: seconde case, imprese e lavoratori autonomi. Dubbi e risposte

Superbonus 110%: seconde case, imprese e lavoratori autonomi. Dubbi e risposte

18 Giugno 2020 Blog 0
superbonus seconde case

Sono ancora diversi i nodi da sciogliere legati al superbonus che permette di effettuare lavori di efficientamento energetico e sismico sfruttando la detrazione al 110%. Vediamo nel dettaglio gli ultimi aggiornamenti.

Superbonus al 110% 

Il superbonus 2020 permette di migliorare gli edifici dal punto di vista dell’efficienza energetica e sismica praticamente a costo zero. Ci siamo già occupati di rispondere alle prime domande relative al funzionamento del bonus, chi può accedervi, quali sono i lavori compresi nelle detrazione (a costo zero)  e quali sono i tempi: potete trovare QUI TUTTE LE RISPOSTE. La Commissione Ambiente della Camera si sta confrontando sull’opportunità di accogliere un emendamento della maggioranza che prevede un’estensione dell’ecobonus al 110% alle seconde case ma non di lusso, ma anche agli impianti sportivi e agli alberghi (con un aumento delle risorse) fino al tutto il 2022.

Superbonus 110% seconde case

Sappiamo che al momento, per ciò che concerne le seconde case, il bonus si applica esclusivamente nel caso si trovino all’interno di condomini in cui si stanno effettuando lavori generali di efficientamento energetico: queste agevolazioni sono state pensate per l’intero condominio e non per un singolo appartamento. Fra gli obiettivi della maggioranza vi è la possibilità di includere nella fruizione della detrazione al 110% per cento anche le seconde case: unico vincolo che non siano di lusso. Per ora si tratta di una proposta avanzata in via ufficiale, si attendono delibere ufficiali. 

Professionisti e imprese

Altro punto interessante riguarda i professionisti e le imprese. Per favorire la riqualificazione del maggior numero di immobili è stata avanzata inoltre la richiesta di includere fra i beneficiari della maxi detrazione anche i professionisti e le imprese, al momento esclusi. Ciò permetterebbe di efficientare e mettere in sicurezza gli studi professionali e altri edifici destinati all’esercizio dell’attività professionale o di impresa. Per i professionisti che esercitano all’interno di un contesto condominiale che intende avvalersi del superbonus 110% (esattamente come per le seconde case) sarà invece automatico godere delle agevolazioni. 

A proposito dei condomini…

Per fronteggiare le problematiche relative alle norme anti assembramento legate all’epidemia, si propone inoltre – per non ritardare la messa in pratica dei lavori – che le assemblee condominiali possano svolgersi in videoconferenza, nel rispetto di criteri di trasparenza e tracciabilità. 

Proroga e acquisto di case in classe A o B

Dagli emendamenti emerge anche la volontà di prorogare la scadenza del superbonus al 31 dicembre 2021. Le opposizione chiedono che si ripristini il bonus per l’acquisto di case ad alta efficienza energetica in classe A e B, agevolazione scaduta nel 2017. 

Gruppo Valagussa: la garanzia di un lavoro ben fatto

Il Gruppo Valagussa, con la sua solida esperienza nel settore edile e delle ristrutturazioni, garantisce – nel caso il cliente decidesse di fruire del bonus al 110% – la ristrutturazione “completa” dell’edificio occupandosi di tutte le voci che portano alla riqualificazione energetica. Dal cappotto termico – non soltanto in verticale classico di facciata, ma anche quello interno su pareti, oppure orizzontale su solai, garantendo le controsoffittature isolanti – alla sostituzione degli infissi, passando per l’impianto fotovoltaico, fino al cambio caldaia. Tutte le opere comprese nell’ecobonus relative all’efficientameneto energetico e sismico rientrano nella competenza del Gruppo Valagussa. I nostri strumenti innovativi, coniugati alla conoscenza approfondita del settore e all’esperienza dei nostri operatori rappresentano la migliore garanzia per i vosti edifici. 


 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *